La Scala si racconta

    • 160 pagine
    • 11,5x19
    • ISBN 9788879552288              
    • 10,00 euro
    • Brossura – Copertina plastificata
    • Illustrazioni a 2 colori

     

    Luigi Inzaghi conduce il lettore alla (ri)scoperta
    del Teatro alla Scala (e di altri teatri lirici della città),
    alternando documentate informazioni a curiosità
    e aneddoti, alcuni dei quali irresistibilmente spassosi.
    Un viaggio nella lirica in Italia deve necessariamente
    partire da Milano, perché è la città del melodramma.
    Attorno alla Scala aleggiano ancora le figure di Tamagno,
    Caruso, Gigli e della Callas, tanto che pare d’udire le loro
    voci uscire dall’immensa sala del Piermarini quale invito
    all’entrata. Alla Scala, Rossini ha debuttato nella
    Pietra del paragone, Donizetti in Chiara e Serafina,
    Bellini nella Norma, Paganini nelle Streghe, Puccini
    nella Madama Butterfly, Verdi nel Nabucco, trascinando
    con sé tutto un Paese che divenne Nazione...
    La storia di questo teatro è, in pratica, la storia della
    nazione intera, alimentata da affanni e dolori, languori
    e dolcezze, emergenti nelle sublimi apparizioni dei
    grandi interpreti della lirica di tutti i tempi.

    Luigi Inzaghi (Pavia, 1943) musicologo e giornalista,
    ha insegnato lettere a Milano dal 1970.
    Ha collaborato con il Corriere della Sera e il Corriere
    d’Informazione
    e scritto su musicisti e cantanti ­famosi.
    Ha diretto La Martinella di Milano, periodico dedicato alla
    storia della città, e pubblicato una ­serie di libri di canzoni
    popolari, a iniziare proprio da quelle meneghine, oltre a
    Milano ­all’Opera, Milano Excelsior, e, più recentemente,
    Bordelli ­milanesi, Costantino: L’Editto di Milano e
    Giuseppe Verdi e Milano.

     

     

    la-scala-si-raccontapp.-01-la-scala-si-raccontapp.-03-la-scala-si-racconta
top