Milano: la cucina della nonna

    • 160 pagine
    • 11,5x19
    • ISBN 9788879553438           
    • 12,00 euro
    • Brossura – Copertina plastificata
    • Illustrazioni a 2 colori
    • Stampa con effetto cartapaglia

     

    Nello scrivere questo volume l’autrice si è prefissa
    di “fermare” uno dei tratti più caratteristici della fisionomia
    della vecchia Milano. Risalendo anche a epoche lontane,
    ha cercato di raccogliere le ricette che erano patrimonio
    di nonni e bisnonni: perché questo non andasse disperso.
    Talune sono state ritrovate su quaderni e libri di cucina
    di famiglia, pagine ingiallite dal tempo, consunte dall’uso,
    testimoni di necessità e gusti lontani, ma ancora attuali.
    Una tale ricerca acquista primaria importanza poiché
    la cucina, per quanto umile e domestica, è una delle piccole
    arti di cui si è sempre occupata l’umanità, lasciandovi
    la propria impronta. Un’impronta che, troppo spesso,
    si dimostra labile nel tempo: la cucina, specie quella
    popolare, non ha infatti lasciato che alcuni grezzi ricettari,
    più che altro appunti, promemoria, e magari neppure quelli,
    perché i prodotti di cui essa si è avvalsa appartenevano
    talmente al quotidiano che non vi era la necessità
    di “fermare” sulla carta qualcosa che rientrava nella
    prassi familiare, modificata via via in base alle
    disponibilità immediate e alle immediate esigenze.

     

    milano-la-cucina-della-nonnapp.-01-milano-la-cucina-della-nonnapp.-02-milano-la-cucina-della-nonna
top