Gentilmente Milano

    • 160 pagine
    • 14,5x21,3
    • ISBN 9788879553100               
    • 15,00 euro
    • Brossura – Copertina plastificata con alette
    • Illustrazioni a 2 colori
     
     
    Il volume si compone di una selezione di ­articoli pubblicati sul Corriere della Sera nella ­rubrica milanese che Vivian Lamarque tiene da anni.  
    «Quanto l’ho guardata e ascoltata, in quasi ­set­tant’anni di vita, la nostra città – scrive ­l’autrice nella Prefazione –. Mi piace tanto, quasi come a un gatto, stare alla finestra (specie a quelle su strada) e anche ai finestrini del tram, molti dei miei pezzi sul Corriere sono nati così. I miei milanesi prediletti hanno ali piume zampette code radici foglie, seguono poi tutti gli altri, di tutte le età e di tutti i colori, anche quelli venuti da lontano “con i loro ­negozietti in una mano”.» E aggiunge, offrendoci una poetica ­spiegazione del titolo del libro: «Troverete spesso l’aggettivo “gentile” e persino l’innominabile “buono” (condannato a morte dal “buonismo”). Ci conforta Dostoevskij che al principe Miškin fa dire “ho bisogno di ­persone buone”.»
     
    Vivian Lamarque (Provera Pellegrinelli Comba) è nata a Tésero (TN) nel 1946. È sempre vissuta a ­Milano dove ha insegnato italiano agli stranieri e letteratura in ­istituti privati. Tra i riconoscimenti per la sua poesia il Premio Viareggio ­Opera Prima (1981), il Premio Montale (1993), il Pen Club (1996), l’Elsa Morante (2005), il Cardarelli ­Tarquinia (2006). Nel 2002 la sua opera poetica è stata ­integralmente raccolta nell’Oscar ­Mondadori Poesie 1972-2002. Nel 2007 ha pubblicato Poesie per un gatto (Mondadori, ­ristampato poi nel 2013), nel 2009 La gentilèssa, versi in ­dialetto milanese. Nel 2008 le è stato­ ­conferito l’Ambrogino d’oro. Nel 2013 il ­Premio Alda Merini. È ­anche autrice di una quarantina di fiabe tradotte in varie lingue
    (Premio Rodari 1997, Premio Andersen 2000) e delle raccolte Poesie di Ghiaccio e Poesie della Notte. Per la ­collana ­musicale Fabbri ha ­creato testi su opere di Mozart, Stravinskij, Ciaikovskij, Prokofiev, Schumann e Chopin. Ha tradotto, tra gli altri, ­Valéry, Baudelaire, La Fontaine. Scrive su riviste e sul Corriere della ­Sera
    gentilmente-milanopp1-gentilmentepp2-gentilmentepp3-gentilmentepp4-gentilmente
top