Milano della povera gente

    • 192 pagine
    • 16x23,5
    • ISBN 9788879553155             
    • 22,00 euro
    • Copertina cartonata con sovracoperta plastificata

    Milano nei racconti della povera gente

    La povera gente, gli straccioni, sono coloro che hanno gli abiti
    a brandelli, ma lo sono di più quelli che hanno l’animo a pezzi.
    Agli uni e agli altri Severino Pagani ha dedicato le pagine di
    questo suo libro, ispirandosi a quell’umanità di derelitti
    nella quale, a cavallo fra Otto e Novecento, era tanto facile
    imbattersi andando in giro per Milano. L’autore non ha
    la pretesa di narrare fatti veri e controllabili nelle cronache
    cittadine, ma tutti i suoi racconti si avvicinano molto alla
    realtà del “mondo degli infelici” e, attraverso la sua
    esplorazione, egli ci regala anche la possibilità di riscoprire
    le vie e i quartieri della vecchia Milano, di una Milano ancora
    un po’ provinciale, non ancora diventata una vera e
    propria metropoli, della quale coglie i due volti,
    quello materiale e quello morale, con particolare
    intensità e trasporto.

    Severino Pagani, scrittore milanese del Novecento,
    ci ha lasciato numerose e famose opere sulla storia,
    le tradizioni e il dialetto meneghini.

top