Là dove c'era… ora c'è

    • 160 pagine
    • 15,3x22,5
    • ISBN 9788879552714                  
    • 16,00 euro
    • Brossura – Copertina plastificata con alette
    • Illustrazioni a 2 colori

     

    Alla scoperta della città che cambia volto

    Il volume si compone degli articoli di
    Filippo Azimonti – Luigi Bolognini – Carlo Brambilla
    Anna Cirillo – Zita Dazzi – Laura Fugnoli
    Lucia Landoni – Simone Mosca – Massimo Pisa
    Cinzia Sasso – Franco Vanni
    pubblicati sul quotidiano la Repubblica,
    nella rubrica milanese Là dove c’era... ora c’è
    (luglio-settembre 2011).

    Cos’è diventata Milano? Per scoprirlo, almeno un po’
    (senza la pretesa di essere esaustivi...), si possono leggere
    i 34 “ritratti urbani” di situazioni, quartieri, singoli edifici
    contenuti in questo volume riccamente illustrato, che ci
    guidano fra altrettante trasformazioni che il capoluogo
    lombardo ha conosciuto nella sua storia più recente.
    Dalla via Gluck di Adriano Celentano, dove un tempo
    il cemento assediava l’erba e che ora offre più di uno
    spunto per una riflessione sull’immigrazione
    extracomunitaria, alla cittadella operaia del Portello
    descritta da Luchino Visconti in Rocco e i suoi fratelli,
    che oggi è al centro di una rivoluzione urbanistica
    che ha ben poco di popolare, ai capannoni della
    fabbrica dell’Ovomaltina a Crescenzago, dove tutt’ora
    si lavora alacremente seppur al servizio del design,
    passando per Porta Venezia, dove nelle gabbie dello zoo
    gli animali hanno lasciato il posto a laboratori didattici,
    per via Madonnina, dove per un insolito contrappasso
    non ci sono più né il deposito degli spazzini tanto
    meno la casa chiusa, sostituiti dai ben più eleganti
    negozi d’arte e di gioielli, e per la Manifattura Tabacchi,
    dove è ormai rigorosamente vietato fumare e al
    Centro Sperimentale di Cinematografia che vi è
    ospitato dovrebbero fra non molto affiancarsi un albergo,
    un asilo, un supermercato, e, almeno si spera,
    un po’ di verde... Istantanee di luoghi, colmi di storie,
    volti, parole, attraverso le quali si compie un viaggio
    nel tempo alla (ri)scoperta di una Milano che cambia
    volto, giorno dopo giorno.



    la-dove-c'erapp.-1-la-dove-c'erapp.-2-la-dove-c'erapp.-3-la-dove-c'erapp.-4-la-dove-c'era
top

Questo sito utilizza cookie per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più clicca su Cookie Policy.